Dopo vitalizi, interventi su pensioni d’oro e Legge Fornero

Legge Fornero, vitalizi e pensioni d’oro. Tutto quello che era vero fino a poco tempo fa, o se non altro che sembrava certo, a 100 giorni dall’insediamento del nuovo Governo, non lo è più. Motori ancora caldi per il M5S: dopo l’addio di ieri ai vitalizi, sancito dall’approvazione alla Camera della delibera del presidente Roberto Fico, il vicepremier Luigi Di Maio è pronto a premere ancora il piede sull’acceleratore per trasformare in un pallido ricordo e lasciarsi alle spalle anche le pensioni d’oro sopra i 4 mila netti, per chi non ha versato gli adeguati contributi. Tutto questo nei giorni a venire: “Questa settimana tocca alla legge sulle pensioni d’oro sopra i 4.00 euro netti”, afferma il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico ad Agorà su Rai Tre, precisando che il provvedimento sarà presentato “nella settimana che sta per iniziare” e che conta di “portarlo a casa”, “prima della pausa estiva”. Muovendosi tra le insidie della burocrazia italiana, il vicepremier porta avanti la sua politica di togliere, anzi, tagliare ai ricchi, per ridare ai meno ricchi: “Tutto quello che tagliamo lo mettiamo nelle pensioni minime“, ha precisato. E sulla Legge Fornero, non tarda ad arrivare anche il sostegno del vicepremier Matteo Salvini“Più mi dicono che la legge Fornero non si può toccare più assicuro agli italiani che interverremo”,  afferma il ministro dell’Interno a Rtl.

Sign up for our Newsletter

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit