Wind Tre diventa cinese al 100%

(di Alessandro Pulcini) – “Siamo lieti di essere gli unici proprietari di Wind Tre, che ci offre la migliore piattaforma possibile per guidare l’aumento di valore per i nostri azionisti”. Sono le parole di Canning Fok, co-managing director di CK Hutcinson, conglomerata di Hong Kong, che ha finalizzato l’accordo per l’acquisto per 2,45 miliardi di euro del rimanente 50 % di Wind Tre dai russi di Veon.

Nel 2017, la sola quota del 50% percento della joint venture che ha consentito la nascita di Wind Tre è valsa per i cinesi più di 800 milioni sul risultato operativo e ha contribuito per un miliardo di euro all’ebitda. Il completamento dell’operazione dovrebbe avvenire nel terzo trimestre o all’inizio del quarto trimestre del 2018.

Secondo la stessa Veon, i russi hanno realizzato grazie al passaggio “un guadagno netto di 1.100 milioni di dollari“, che verranno in parte usati in Pakistan e Bangladesh per acquistare le attività di Global Telecom Holding. Come spiegato da Ursula Burns, Executive Chairman di Veon, “ci focalizziamo sui mercati emergenti, rafforziamo il bilancio del gruppo e supportiamo la politica attuale sui dividendi della società. Le operazioni di oggi sono passi importanti verso questo obiettivo”

Sign up for our Newsletter

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit