Conte alla Camera, ecco la proposta all’Ue

“Le coste italiane sono coste europee, il criterio del Paese di primo arrivo va rivisto e superato”.  Parola del premier Giuseppe Conte che, presentando questa mattina alla Camera la proposta italiana portata al tavolo dei vertici Ue domenica scorsa, conferma nuovamente la ferma posizione del Governo sul delicato tema dell’immigrazione. “Non possiamo portare tutti in Italia e Spagna”, ribadisce. Il principio che chi sbarca in Italia sbarca in Europa è uno dei dieci punti che Conte ha voluto mettere in chiaro a Bruxelles. Tra questi anche la necessità del rafforzamento delle frontiere esterne e il finanziamento del Trust Fund Africa.

Un’Aula della Camera al gran completo, quella che ascolta il premier in vista del Consiglio Ue del 28 e 29 giugno. “Per avere un’Europa più forte abbiamo bisogno di un’Europa più giusta e più equa. L’apporto dell’Italia può rendere il Consiglio europeo uno spartiacque, dobbiamo fare in modo di disegnare l’Europa che vogliamo”, afferma il premier, che si è detto soddisfatto del ritiro della bozza di proposta preparata per il vertice di domenica scorsa in quanto “risultava inadeguata, era una bozza che andava contro l’interesse dell’Italia, e ottenendo il ritiro di questo testo l’Italia ha avuto un primo riconoscimento significativo”.

Il vertice Ue, “il primo di questo governo arriva in un momento in cui è sempre più evidente l’urgenza di rispondere agli aspetti reali della vita del cittadino con proposte concrete, senza tentennamenti e ambiguità, paure – sottolinea – Mi riferisco a questa determinazione quando parlo di quel cambiamento nel metodo e nella sostanza che ho annunciato di fronte a queste camere e che mi sono impegnato a proporre in tutti i contesti internazionali ed europei. Il Governo – sottolinea il premier – in Europa parla con una voce sola ferma e risoluta“. 

Sign up for our Newsletter

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit