Caffè, alleanza tra Nestle e Starbucks

Storica alleanza nel mercato del caffè: Nestle e Starbucks uniscono le loro forze in una stretta collaborazione commerciale. Il colosso svizzero  paga 7,15 miliardi di dollari per i diritti di vendita dei prodotti a base di caffè del gruppo di Seattle nei supermercati, nei ristoranti e nelle attività di catering. L’operazione è tutta in contanti e in base all’accordo Nestlè utilizzerà il marchio Starbucks nei suoi sistemi a capsule Nespresso e Dolce Gusto e otterrà anche i diritti per vendere prodotti confezionati di caffè tra cui i marchi Seattle’s Best Coffee, Starbucks Via e Torrefazione Italia. Starbucks continuerà a produrre i prodotti del caffè in Nord America, mentre Nestlé sarà responsabile della produzione nel resto del mondo.

Le vendite saranno prenotate da Nestlè, che pagherà le royalties a Starbucks e circa 500 dipendenti Starbucks entreranno a far parte di Nestlè ma le attività resteranno a Seattle. L’accordo dovrà essere approvato dall’Authority di controllo e il closing è previsto per questa estate o entro la fine del 2018. Per Nestle è la prima alleanza con un importante rivale nel caffè che proprio oggi ha annunciato per settembre lo sbarco in Italia. “Una nuova ‘roastery’ Starbucks la aprirà a Milano a settembre”, ha detto a l’executive chairman, Howard Schultz, ricordando che “nel 1987 avevamo 11 punti vendita oggi abbiamo quasi 29 mila store con 100 milioni di clienti alla settimana”.

Sign up for our Newsletter

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit