Fca, Elkann: vogliamo il meglio per dopo Marchionne

“Stiamo lavorando con il consiglio di amministrazione per fare in modo che il prossimo anno ci sia la migliore successione possibile. Siamo ben coscienti delle difficoltà che ci sono, per qualsiasi società e in particolare per Fca”. Lo ha detto il presidente di Fca, John Elkann, parlando della successione a Sergio Marchionne che nel 2019 lascerà l’azienda. “Confermo il nostro impegno, continuiamo a dare tutto il nostro appoggio. C’è il nostro supporto al piano 2014-2018”, ha aggiunto Elkann rispondendo a un azionista che gli chiedeva un chiarimento sulle speculazioni relative all’intenzione di Exor di vendere la quota in Fca.

E proprio a Marchionne è toccato mettere in fila dati e numeri molto positivi. “Fca ha chiuso un altro anno di risultati straordinari, raggiungendo target finanziari ambiziosi e continuando a realizzare il piano quinquennale”, ha detto. “Abbiamo raggiunto o superato tutti i principali obiettivi finanziari in ognuno dei cinque anni del piano. Fca ha realizzato un ebit adjusted record, aumentando di 90 punti il margine, ha quasi raddoppiato i profitti netti e ha quasi dimezzato il debito industriale. Per quanto riguarda i prodotti abbiamo aumentato la nostra competitività con parecchi lanci significativi di modelli”, ha aggiunto.

Marchionne, ha quindi confermato i target del 2018: ricavi netti pari a circa 125 miliardi di euro, ebit adjusted maggiore di 8,7 miliardi, utile netto adjusted di circa 5 miliardi, indebitamento netto industriale azzerato con liquidità di circa 4 miliardi. Ed è poi intervenuto rispondendo a chi gli chiedeva se sia previsto in futuro lo scorporo di Jeep: “Il futuro si presenta bene, è roseo, non voglio correre rischi parlando di altre separazioni. Condivido i timori, è una tematica estremamente complessa. Abbiamo bisogno di un ulteriore consolidamento del portafoglio. Vedremo. Intanto questo è un momento di grande interesse per Fca”, ha detto ancora Marchionne ricordando “lo sviluppo senza eguali di Jeep dal 2014 in poi”.”Siamo un costruttore di auto degno di rispetto”.

Sign up for our Newsletter

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit