Impresa Champions, la Roma vola in Borsa

L’impresa è di quelle che rimarranno nella storia del calcio. La Roma non è solo in semifinale di Champions League, non ha solo eliminato il Barcellona di Messi, non ha solo ribaltato un risultato contro ogni attesa della vigilia. La squadra di Eusebio Di Francesco è entrata di diritto nell’elìte del calcio europeo, dove non era da 34 anni, dai tempi della finale dell’allora Coppa dei Campioni persa con il Liverpool. Un’impresa sportiva, quindi. Ma anche un traguardo che apre uno scenario finanziario nuovo per la società di James Pallotta. Non ci sono solo gli introiti legati ai premi, la valorizzazione dei giocatori e del brand, è il valore complessivo dell’As Roma che assume dimensioni diverse. Il presidente americano ha festeggiato ieri sera e sta festeggiando oggi, guardando il terminale di Borsa. Il titolo viaggia a Piazza Affari con un guadagno intorno al 20% per tutta la giornata, strappando in chiusura al 23,71%. A spingere la quotazione, è l’effetto della vittoria di ieri sera che vale fino a 15 mln per le casse di Trigoria: 7,5 milioni di euro il premio garantito dall’Uefa per l’approdo alla semifinale, un incasso simile a quello di Roma-Barcellona (3,6 mln), più la quota legata al market pool in caso di eliminazione della Juventus.

Sign up for our Newsletter

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit